Novita': aggiunto sondaggio, iscrizione a mezzo Blogger, abilitazione commenti, barra di ricerca sugli articoli in alto a sinistra



venerdì 5 luglio 2013

La PEC che scoppia quando non hai i server

E' di questi giorni la notizia che un fornitore PEC e' "andato sotto", cioe' non e' stato in grado di reggere il carico di PEC che transita sui suoi server.

Le spiegazioni che si leggono su internet sono tra le piu' strane e passano dall'attacco informatico in forma di SPAM via PEC, all'haking clandestino, passando per altre oscure versioni su quanto accaduto:
il genere cose a cui solo un avvocato puo' credere, perche' credere e' un atto fede... ma come ogni buon avvocato dovrebbe sapere, c'e' sempre il rischi oche la fede non sia ben risposta.

Va premesso che se mai ci fosse stato un attacco informatico, una semplice denuncia avrebbe comprovato il tutto, perche' la questione assurda e' che le PEC hanno un TITOLARE, che se non fosse rintracciabile immediatamente porrebbe seri dubbi sul fornitore della PEC:
quindi solo un ingenuo effettuerebbe un attacco di SPAM via PEC.

Dato che ad oggi non risulta alcun tipo di denuncia ed alcuni tipo attacco, e' ben probabile che la questione sia un'altra, molto piu' semplice e lineare.

Nel corso del tempo si e' verificata la necessita' delle pubbliche amministrazioni e di altri enti di effettuare notifiche massive:
una volta avvenivano a mezzo raccomandate, ma, oggi vengono effettuate a mezzo PEC.

Chiaramente oggi ad usare queste notifiche massive sono in molti, e purtroppo qualche fornitore PEC probabilmente poco dotato (in termini di server) non e' in grado di gestire picchi di carico e, magari senza avere procedure di controllo, si accorge del carico solo dopo che gli hanno telefonato gli utenti che i suoi server sono "saturi".

In questo ambito molti fornitori PEC, di rilievo, arrivano persino a dotarsi di server DEDICATI, usati da quei clienti che fanno spedizioni massive, ma, purtroppo non tutti sono in grado di reggere investimenti per adeguare banda internet e risorse hardware:
ecco svelato l'arcano di molti problemi che negli anni hanno colpito fornitori poco pronti a gestire l'evoluzione dei flussi di PEC; anche in questo ambito capita che ci siano "i fallimenti per eccessiva crescita", quando una azienda cresce in fretta e si trova a non riuscire a gestire l'evoluzione dei propri servizi.

Vista la situazione e' lecito dunque chiedersi quando la PEC "non va", se la causa non sia semplicemente il fatto che il fornitore ha semplicemente banda e server sovraccarichi ...

Nessun commento:

Posta un commento