Novita': aggiunto sondaggio, iscrizione a mezzo Blogger, abilitazione commenti, barra di ricerca sugli articoli in alto a sinistra



martedì 27 luglio 2010

Comunicato Stampa - ULOF - Emergenza giustizia

(ripubblico cosi' come ricevuto via email)
Oggetto: Comunicato Stampa - ULOF - Emergenza giustizia

COMUNICATO STAMPA

La situazione di gravissima crisi in cui versa la giustizia è divenuta, da tempo e a tutti gli effetti, un’emergenza a causa dell’inefficienza della giurisdizione. Il comportamento dell’attuale Governo, al pari di quelli che l’hanno preceduto, è sconcertante poiché non sembra in alcun modo interessato ad intervenire in modo serio, organico e responsabile, ricorrendo invece ad iniziative estemporanee di natura emergenziale ed inidonee a risolvere la grave crisi, cercando di ovviare all’inefficienza della giurisdizione con l’inaccettabile “privatizzazione” della giustizia sostituendo il giudice con arbitri, notai, commercialisti o altri soggetti di varia natura. E’ grave il continuo e disorganico intervento legislativo sul processo civile, assunto senza il necessario confronto con i soggetti della giurisdizione, avvocati e magistrati, che poi dovrebbero applicare e interpretare le norme processuali. E’ grave lo stallo della legge della riforma della legge professionale forense, nonostante la stessa rappresenti un irrinunciabile presupposto della rifondazione della giustizia e della professione stessa, soprattutto per i giovani avvocati, attesa la seria crisi economica in atto.

La giustizia e la professione forense in Italia non possono essere portate ad una deriva che, ancor prima che inaccettabile per i cittadini, è in palese spregio alla Nazione ed alla sua tradizione culturale e giuridica.



L'Unione Lombarda dei Consigli dell'Ordine degli Avvocati

martedì 20 luglio 2010

Italgiureweb "offline"

Il servizio di Italigiureweb la cui gestione e' passata al DGSIA e' andato offline, la notizia e' stata riportata dal solo Corriere, nonostante la rilevanza del problema.

Poco tempo fa erano gia' stati evidenziati problemi relativi a questo passaggio di gestione al CSM da parte di due magistrati per "contenuti aggiornati poco e male".

Il sistema e' rimasto offline per almeno 5 giorni: non e' chiaro se nel frattempo e' ripartito.

La situazione e' sicuramente molto imbarazzante per la durata del problema che capita poco dopo il passaggio di consegne dal CED della cassazione alla DGSIA: pare sia un problema di condizionamento della sala server che non verra' risolto in forma definitiva in breve tempo.

Nell'ambito del PCT questo passaggio di competenze dal CED della cassazione al DGSIA non puo' che essere valutato come molto grave: il DGSIA e' gia' sovraccaricato di lavoro, il PCT richiede piu' risorse di quelle disponibili, ma in compenso sono state aumentate le responsabilita'.

martedì 13 luglio 2010

Test per il PCT

Il DGSIA ha attivato un servizio per testare le consultazioni dei web service.

Di seguito il link al documento che spiega COME fare richiesta per il servizio:
http://www.processotelematico.giustizia.it/pdapublic/resources/download/PCT_Test_esterni_v2.pdf

A seguito della registrazione ogni azienda interessata potra' effettuare test in autonomia.



NB
Non e' necessario essere soci di AssoSoftware per richiedere l'accesso al servizio ;-)

martedì 6 luglio 2010

Gestione pagamenti telematici nel PCT

Il DGSIA ha avviato da tempo un progetto per i pagamenti telematici nell'ambito del PCT.

Da mesi sono stati avviati incontri con i vari referenti in questo nuovo flusso di dati relativo ai pagamenti, incontri organizzati sempre dal DGSIA, che a mezzo infopct ha inviato anche le specifiche tecniche.

Nel complesso il DGSIA ha permesso cosi' poter valutare costi e tempi relativi all'integrazione dei pagamenti che al momento riguardano solo il flusso creato da un avvocato attraverso un PdA verso un servizio di pagamenti (ABI/CBI, Poste Italiane).

Poste Italiane si e' resa disponibile per avviare la sperimentatzione con i PdA durante il mese luglio e il DGSIA conta che la sperimentazione parta sul tribunale di Roma a settembre.

Nell'insieme la gestione dei pagamenti per il PCT e' dunque implementabile dai vari soggetti coinvolti: rispetto ai precedenti progetti, questo gode di una trasparenza ed di una chiarezza considerevole.

E' ipotizzabile che il merito sia della nuova direzione della DGSIA: anche il progetto relativo al giudice di pace ha fin qui goduto di simile chiarezza e trasparenza ed entrambi sono progetti recenti.



Lato ABI/CBI non sono al momento chiari tempi e costi, ma la questione al momento non e' particolarmente rilevante.

La cassazione e' online

I ricorsi civili e penali in cassazione sono online grazie ad un accordo tra il CNF e la Suprema Corte di Cassazione.

Pare che l'accordo risalga allo scorso novembre e porti i suoi frutti solo oggi, alleggerendo cosi' il carico di lavoro della cassazione.


L'identificazione degli utenti avviene a mezzo smartcard, sul sito https://cassazione.consiglionazionaleforense.it

Il servizio e' fruibile dalle 9.00 alle 24.00.