Novita': aggiunto sondaggio, iscrizione a mezzo Blogger, abilitazione commenti, barra di ricerca sugli articoli in alto a sinistra



venerdì 30 maggio 2008

La PEC centra qualcosa con il PCT?

Il processo civile telematico vive di incertezze: questo perche' la diffusione sul terriotorio del PCT e' ancora limitata, quindi non potendo toccare con mano il PCT, ci si affida ai passa parola sul tema del PCT.

Tra le chiacchere c'e' la Posta Elettronica Certificata indicata come per gestire il PCT:
puo' anche essere che qualcuno al ministero domani cambi "le regole del gioco", ma si da il caso che ad OGGI la PEC con il PCT non centri NULLA.

Il processo civile telematico funziona tramite la CPECPT che e' una posta certificata con un circuito privato INCOMPATIBILE dalla PEC e che NON COMUNICA con la PEC: questa casella DEVE essere fornita dai Punti di Accesso (i PDA) che gli ordini devono attrezzare per la gestione dei loro iscritti.

Quindi la PEC e il PCT non hanno niente in comune: anche perche' il regolamento del PCT lo specifica chiaramente.

Quello che segue e' un estratto sulla PEC che trovate su questo link nel sito del CNIPA:
Le disposizioni di cui al presente regolamento non si applicano all'uso degli strumenti informatici e telematici nel processo civile, nel processo penale, nel processo amministrativo, nel processo tributario e nel processo dinanzi alle sezioni giurisdizionali della Corte dei conti, per i quali restano ferme le specifiche disposizioni normative.

Che a qualcosa la PEC serva e' indubbio, solo che non serve al PCT.

lunedì 19 maggio 2008

Worskshop sul PCT al Tribunale Civile di Roma

Workshop del 15 Maggio per aziende fornitrici di PDA ed aziende fornitrici di software gestionali


Programma

Ore 11 – 13.30
  • Introduzione del Responsabile Area Civile DGSIA
  • Le nuove regole tecniche PCT
  • L’attuale sistema di interoperabilità curatori – APC
  • Nuove specifiche di interoperabilità PCT
  • Domande e risposte

Ore 15 – 17
  • L’esperienza del decreto ingiuntivo telematico a Milano
  • Il test e la sperimentazione dei software esterni
  • La consultazione web per le esecuzioni e i giudici di pace
  • Punti di accesso
  • Roadmap a breve e medio termine
  • Altre questioni
  • Domande e risposte

L'incontro e' stato molto interessante, anche se sarebbe stato piu' utile partire dalla roadmap per tempistiche e funzioni tecniche che verranno messe in campo, quindi parlare dei test, e solo allora delle funzioni tecniche specifiche (quando era chiaro, se e chi poteva lavorare sul tema).


Il ministero ha pubblicato l'elenco dei partecipanti (la visualizzazione dell'elenco e' scadente perche' abbiamo incollato pari pari la tabella):

ALMAVIVA
Roma
ARCHIMEDE
Perugia
ASTE GIUDIZIARIE INLINEA
Livorno
AUTOMAZIONE UFFICIO
Milano
DCS SOFTWARE E SERVIZI
Torino
De Geronimo Marcello
Catania
EDICOM FINANCE
Milano
Evoluzioni Software
Firenze
EXPERTO ITALIA
Venezia
GFI Italia
Napoli
I.S.I.
Milano
Il Momento Legislativo
Roma
INPS
Roma
LEGOS
Bari
LEXTEAM - Gruppo Teamsystem
Pescara
LEXTEL
Roma
Microplus Informatica
Cuneo
Notartel
Roma
Ordine avvocati Palermo
Palermo
Ordine avvocati Roma
Roma
Ordine avvocati Taranto
Taranto
PROFESSIONAL TEAM SERVICE
Roma
SedLex Informatica
Macerata
Servizi Informatici di D.Zanga
Bergamo
SIRFIN
Roma
SoftLab
Ferrara
Studi 3000
Lecco
Studio Canalini
Roma
UniCredit Credit Management Bank
Verona
Unisys
Roma
Wolters Kluwer Italia - DatCo 2000
Vicenza
Wolters Kluwer Italia - IPSOA
Milano
Wolters Kluwer Italia - OA SISTEMI
Bari
Zucchetti Planet
Vicenza
ZUCCHETTI SOFTWARE GIURIDICO
Vicenza